Make your own free website on Tripod.com
Risoluzione consigliata 1024 x 768
Si consiglia Internet Explorer 5.0
IL SITO DELLE LEGIONI DI ROMA
IL SITO DELLE LEGIONI DI ROMA
www.signainferre.too.it
- Home - Legione - Azioni - Guestbook - Suggerimenti - Links -
http://signainferre.tripod.com
IL SITO

+La legione
+Dibattito
+Proelia
+Articoli
+Opinioni
+Ludica
+Galleria

+ Approfondire

 

 

RISPOSTA DI AGRICOLA
COLLABORA

Un ipotetico scontro fra Alessandro Magno ed i Romani


Diventa un sito affiliato +
Segnala un sito +
Problemi +
Collaboratori +
Scrivici +
Invia tuo articolo +

 

Risposta di "Agricola"

Alessandro Magno non deve essere considerato così come ce lo presentano gli storici greci (o almeno la maggior parte, Polibio è senza dubbio il più attendibile), ma bisogna comunque apprezzare la sua forza il suo coraggio ed il suo genio tattico. Sconfiggere i Persiani non era affatto cosa facile (ed i Romani lo vedranno coi Parti), ma bisogna considerare che gli scontri principali avvennero su territori pianeggianti, ideali per le manovre delle falangi ed inoltre che i Persiani (come al solito) non potevano contare su un esercito organizzato e compatto. Se si aggiunge a tutto ciò che il povero Dario III era un bravo sovrano ed uno dei pochi re persiani che non voleva affatto muovere guerra a destra e a sinistra ma pensare solo al benessere del suo popolo, allora si realizza che l'opera di Alessandro non era affatto difficilissima (resta però il fatto che con un pugno di uomini conquistò un territorio immenso). I Romani nel frattempo stanno combattendo con i Sanniti e, ammesso che Alessandro Magno decida di muovere guerra a Roma prima che a Cartagine, lo scontro avverrebbe nel periodo in cui avvenne la guerra con Taranto e con Pirro. Roma è quindi alle prese con i primi successi e le prime sconfitte e la formazione a falange dei Macedoni avrebbe sicuramente avuto un impatto disastroso, specialmente con un condottiero come Alessandro. Ma Roma imparava dai suoi errori, forse meglio di Alessandro e a parer mio sarebbe scesa in battaglia con i Macedoni in territori scoscesi e difficili a percorrersi con la cavalleria...chissà se avrebbe opposto ad Alessandro un altro Quinto fabio Massimo "Cunctator"... Se poi venisse il dubbio (più che legittimo) su cosa avrebbero fatto gli Italici con lo scoppio di questo conflitto posso rispondere con sicurezza che se Roma ce la fece con Annibale (la situazione in quanto a defezioni sarebbe stata quasi identica) cel'avrebbe fatta anche in questo caso, considerando che anche i Cartaginesi usavano la formazione a falange, e più evoluta di quella dei Macedoni (le picche erano più corte).